Ragusa vs Frigintini Città di Modica

Frigintini, 26/02/2019

Leggera seduta di allenamento ieri sera per i rossoblù di mister Alfonso Adamo in vista della gara di domani pomeriggio contro il Ragusa calcio all’Aldo Campo di Ragusa. Dopo il riposo forzato di domenica scorsa –la gara di Siracusa contro il Real Siracusa Belvedere non si è disputata per le cattive condizioni meteorologiche- insolito turno infrasettimanale e impegno proibitivo per i rossoblù del Frigintini calcio Città di Modica. Al termine della seduta di allenamento il tecnico Adamo, per la gara esterna contro la capolista, ha convocato i seguenti calciatori: sono i portieri Vindigni e La Ferla; i difensori Campailla, Fidone, Corallo, Pietro Leone, Pianese, Gabriele Leone, Vinci, Di Pasquale; i centrocampisti Buscema, Barillà, Bonomo, La Terra, Bennardo, Vasile; gli attaccanti Calabrese, Vicari, Noukri, Krios.

La breve trasferta sarà affrontata senza la frenesia del risultato a tutti i costi e così per Bennardo e compagni solo l’impegno di fare bene e dimostrare che con il recupero di tutti gli infortunati il Frigintini calcio Città di Modica è tutt’altra cosa rispetto al periodo in cui l’allenatore non aveva elementi da mandare sul terreno di gioco.

Ovvio che i rossoblù partono contro il favore del pronostico perché il Ragusa di mister Raciti vuole consolidare il vantaggio acquisito nei confronti dei diretti concorrenti per la promozione che a dire il vero è rimasto in corsa solamente il Real belvedere Siracusa. L’Enna infatti nell’ultimo periodo ha perso parecchio ed ormai si può considerare fuori dalla corsa per il primo posto, ma può ripiegare sui play off.

Per il Frigintini calcio Città di Modica, invece, la volontà di chiudere bene una stagione che era iniziata con buoni auspici e che per una serie di circostanze negative –i molti infortuni- si è trovato a lottare per la salvezza.

Arbitro del confronto di domani –mercoledì 27 febbraio- con inizio alle ore 15:00 sarà il signor Luigi Scicolone della Sezione Aia di Caltanissetta e gli assistenti Andrea Triolo di Acireale e Salvatore Rubino di Catania.

News

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *